Silves – Portugal holiday guide

Silves è una città attraente con una ricca storia costruita sulle rive del fiume Arade. Il fiume era navigabile in epoca storica e rappresentava un importante collegamento tra l’entroterra e la costa. La città, che è costruita sulla cima di una delle più grandi falde acquifere sotterranee nel sud del Portogallo, la falda acquifera Querenca-Silves, a cavallo del fiume e conserva una porta in stile medina, la Porta de Loule, e parti dei muri di cemento colato che risalgono al tempo dell’occupazione moresca.

Castello di Silves

Castello di Silves

La zona è stata abitata fin dal Paleolitico, ma la città ha raggiunto il suo apice dopo l’invasione moresca della penisola iberica nel 713. Nel X secolo, Silves, allora chiamato Xelb, era la capitale di Al-Gharb, l’area ora conosciuta come Algarve. Nel 1189 re Sancho I riconquistò la città per i portoghesi con l’aiuto di un esercito assoldato di crociati del Nord Europa. Silves fu riconquistata dai Mori due anni dopo, fino a cadere definitivamente ai cristiani nel 1249.

Oggi Silves è un luogo attraente e fatiscente di caffè all’aperto e profumati aranceti dominato da uno dei castelli meglio conservati dell’Algarve. La Fortaleza moresca, che vanta un set completo di mura in arenaria e torri staccate, occupa dodicimila metri quadrati in cima alla collina che domina la città. Sono stati rinvenuti resti dell’età del ferro, insieme a un pozzo, un palazzo del governatore e la Cisterna Grande, una cisterna d’acqua del XIII secolo che un tempo serviva l’intera città. La Cisterna è alta dieci metri, è sostenuta da sei colonne e si dice che sia infestata dal fantasma di una fanciulla moresca. Un giardino in stile moresco è stato recentemente ricreato ed è aperto tutti i giorni ai visitatori, insieme al resto della Fortaleza, le cui mura offrono una vista impressionante sulla città e sulla campagna circostante.

Silves Cathedral

Silves Cathedral

Sotto la Fortaleza si trova la cattedrale di Silves o Sé, costruita sul sito di una grande moschea e fiancheggiata da ampie torri gotiche. La cattedrale conserva parte della sua grandezza originale nonostante i danni causati dal grande terremoto del 1755 e secoli di degrado e restauri irregolari. Lungo le pareti della cattedrale sono tombe appartenenti a vescovi e crociati che sono morti prendendo Silves indietro dai Mori. Di fronte alla cattedrale si trova l’Igreja da Misericordia, in gran parte risalente al XVIII secolo.

Una fabbrica di sughero defunta conosciuta come Fabrica do Ingles (fabbrica dell’inglese) ospita un paio di musei e un gruppo di bar, caffè e fontane che prendono vita in agosto durante il festival annuale della birra della città. C’è un mercato sul lungofiume, vicino a uno stretto ponte del XIII secolo, ogni mattina dal lunedì al sabato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.