Shatnez: Cucire insieme una mitzvah

L’ebraismo ortodosso richiede un livello di consapevolezza e intento in molti aspetti della vita che molti ebrei non ortodossi potrebbero non considerare. Per esempio, un ebreo ortodosso deve controllare il cibo che acquistano per assicurarsi che sia kosher, essere consapevoli di ciò che le vacanze di tempo e Shabbat tecnicamente iniziano in modo da non perdere accendere le candele corretta nel giusto ordine, e anche seguire alcune regole che riguardano il momento opportuno per l ” intimità sessuale.

Anche se non è difficile, queste osservanze richiedono un livello di attenzione non necessariamente trovato in altre religioni, o anche in denominazioni non ortodosse del giudaismo.

Uno dei divieti più oscuri che richiede particolare attenzione è contro la combinazione di lana di pecora e lino, noto come shatnez.

Prendi l’edizione settimanale Jewish Chronicle via e-mail e non perdere mai le nostre storie Topiscriviti gratis

Appare per la prima volta in Levitico 19:19: “Non alleverai il tuo animale con diverse specie, non seminerai i tuoi campi con diverse specie e un vestito che è una miscela di diverse specie, non sarà indossato da te.”

Quindi il divieto è ribadito in Deuteronomio 22: 9-11, questa volta con una spiegazione di quali tipi di diversi tipi non possono essere mescolati: “Non seminerai la tua vigna con diversi tipi, affinché non sia vietata la crescita, il seme che seminerai e il prodotto della vigna. Non arate insieme un bue e un asino. Non si deve indossare una miscela di fibre, lana e lino, insieme.”

La parola “insieme” è importante perché mentre è vietato indossare un indumento di lana e lino, non è vietato indossare una camicia di lino e pantaloni di lana.

Perché è espressamente vietato mescolare questi due tessuti? Secondo il rabbino Danny Schiff, studioso della fondazione presso la Federazione Ebraica di Greater Pittsburgh, non abbiamo una spiegazione chiara.

“Ovviamente, siamo un popolo di separazione. Su questo non c’è dubbio. Separiamo Shabbat e i giorni della settimana; maschi e femmine; gli esseri umani e Dio; gli esseri umani e gli animali; carne e latte; e così via. Anche qui abbiamo una separazione di un tessuto dal mondo vegetale e un tessuto dal mondo animale.

” La cosa che è difficile da capire è che ci è permesso di indossare altri tessuti del mondo vegetale e animale insieme. Allora perche ‘ questi due? Non abbiamo indicazioni chiare.”

Rabbi Moshe Barrocas esamina professionalmente i tessuti per shatnez localmente. È d’accordo con Schiff che il comandamento di non mescolare lana e lino “non ha necessariamente senso.”

Egli osserva che mentre la Torah non offre alcuna ragione per il divieto, si può trovare nella Kabbalah e nella tradizione mistica ebraica.

“Lo Zohar dice che non indossiamo shatnez perché Caino ha portato dal peggiore dell’offerta a Dio, che era il lino, e il lino viene dal lino. Abele portò dal meglio dell’offerta, cioè le pecore, e la lana viene dalle pecore. Caino era geloso di Abele; a causa di esso l’abuso e l’omicidio entrano nel mondo. Lo Zohar dice che è per questo che separiamo lana e lino.”

Margaret Angel di Squirrel Hill ha imparato a controllare shatnez dopo essersi ritirato da una carriera di legge. Stava guardando un maglione ereditato da sua sorella e una delle sue figlie-in-law ha chiesto se l ” indumento conteneva shatnez. Quella domanda incuriosito Angelo abbastanza che ha deciso di entrare nel business del controllo shatnez.

Ha viaggiato a Lakewood, New Jersey, per studiare con Rabbi Yosef Saygh alla yeshiva Beth Medrash Govoh. Angelo chiama Sayagh ” il decano di shatnez dama.”

Sia Barrocas che Angel concordano sul fatto che è molto semplice iniziare il processo di esame di un tessuto: “Guarda l’etichetta.”

L’etichetta è solo l’inizio dell’esame, però. Angel e Barrocas confrontano entrambe le fibre al microscopio per decidere se contiene lana.

Shatnez si trova comunemente in abiti da uomo e cappotti invernali. Anche i capi che dicono di essere 100% lana possono contenere shatnez perché l’etichetta può riferirsi solo allo strato esterno. Spesso, i due tessuti sono mescolati in fodere, sotto i colletti e in spalline-parti di abbigliamento che molte persone non sanno nemmeno ci sono.

Mentre la miscela si trova in genere in abiti costosi, è ancora un rischio assumere un elemento meno costoso segnato dal rack affare non viola il divieto.

Come ha spiegato Angel, qualsiasi cosa fatta con “materiali riciclati” può contenere shatnez. Perché? Perché il produttore potrebbe aver riutilizzato materiale e scarti da altri indumenti economici. Questo tipo di materiale è comunemente usato per pantofole e cappotti invernali.

Mentre vestiti come abiti e maglioni possono sembrare ovvi, ci sono oggetti più insoliti che potrebbero richiedere uno sguardo più attento. Angelo ha esaminato sia ” guanti da baseball e stivali Ugg.”

Oltre all’abbigliamento, Barrocas avvertiva che i tappeti possono contenere misto lana e lino. Il divieto, ha detto, dovrebbe essere applicato a tutto ciò che si potrebbe trarre conforto da.

Schiff ha detto che ama insegnare su shatnez perché solleva la questione fondamentale se sei disposto a seguire una mitzvah semplicemente perché Dio l’ha comandata.

” Dobbiamo davvero porci la domanda: Siamo pronti a seguire un comandamento perché fa parte della Torah, dato che non c’è la minima sfida morale?”ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.