Selfie lo “strumento perfetto” per i narcisisti, dice U di un ricercatore

Quando ti senti giù, il tuo umore migliora dopo aver postato selfie online?

Potrebbe significare che sei almeno un po ‘ narcisista, secondo una nuova ricerca dell’Università di Alberta.

“Volevamo vedere se i narcisisti respinti si sentivano meglio dopo aver postato selfie”, ha detto lo psicologo Kyle Nash. E si scopre che lo fanno, almeno quando le loro foto disegnano abbastanza like sui social media.

” I social media consentono ai narcisisti di fare un’immagine perfetta di se stessi, modificarlo, medico, gettarlo online e guardare il flusso di approvazione sociale potenzialmente globale. È lo strumento perfetto del narcisista”, ha detto Nash, il cui studio è stato pubblicato questo mese in Frontiers in Human Neuroscience.

Nash e il suo team hanno dato ai partecipanti al suo studio un test chiamato narcisistic personality inventory. Misura per “tratto narcisismo” trovato normalmente tra gli individui, e caratterizzato da “un grandioso ma fragile immagine di sé” in contrasto con il disturbo di personalità narcisistico più debilitante che rende difficile funzionare nel mondo.

Cadiamo tutti da qualche parte sulla scala del narcisismo, ha detto Nash, ma in alcuni è più pronunciato che in altri. La condizione è generalmente definita da un certo grado di mancanza di empatia, grandiosità, un senso cronico di diritto e un costante bisogno di cercare ammirazione e convalida da altre persone.

Nash divise i partecipanti allo studio in tre gruppi-con vari gradi di narcisismo divisi equamente tra loro-e li sottopose tutti all’esclusione sociale facendoli giocare a un videogioco chiamato Cyberball, una versione virtuale di monkey-in-the-middle. Ha misurato le loro risposte emotive misurando l’attività elettrica nel cervello con cuffie EEG.

“I narcisisti sono particolarmente sensibili all’esclusione”, ha osservato Nash nel suo studio, “inducendoli a reagire in modo più aggressivo verso coloro che li hanno respinti e persino verso terzi non coinvolti.”

In questo caso, il gioco di Cyberball è stato truccato in modo che dopo alcuni passaggi, il giocatore smetta di ricevere la palla, una condizione destinata a indurre angoscia.

“Volevamo rendere saliente la necessità dell’approvazione sociale, e in particolare pungere i narcisisti”, ha detto Nash.

Una volta correttamente ostracizzato, un gruppo è stato detto di prendere selfie e pubblicarli su Instagram. I conti sono stati poi dirottati per bombardare i partecipanti con calibro nel corso di sette o otto minuti.

Un secondo gruppo ha pubblicato selfie ma non ha ricevuto Mi piace per determinare se semplicemente guardando selfie fornisce sollievo.

“Trump può, ad esempio, guardarsi allo specchio e sentirsi bene, o ha bisogno del feedback?”ha chiesto Nash, che ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti è l’esempio perfetto di un narcisista che cerca l’auto-convalida attraverso i social media.

Un terzo gruppo di controllo fissò semplicemente una foto neutra di gravel: “Dovevamo assicurarci di non affermare questi narcisisti in qualche modo.”

Come previsto, quelli più alti sulla scala del narcisismo hanno mostrato un calo maggiore di angoscia sulla misura EEG quando i loro selfie hanno ottenuto buone recensioni, ha detto Nash, indicando che”i social media possono fornire alcuni (ma non tutti) narcisisti con una soluzione ideale al loro unico dilemma sociale” -permettendo loro di evitare il business disordinato di coltivare relazioni con

“Consente loro di raggiungere in modo affidabile la convalida sociale senza ricorrere a relazioni del mondo reale che in genere richiedono reciprocità e sacrificio. Non hanno bisogno di impegnarsi affatto con persone reali in modo autentico e significativo.”

Una scoperta inaspettata è stata che un particolare sottoinsieme di narcisisti-quelli caratterizzati da leadership e autorità-ha trovato il massimo sollievo nella convalida dei social media.

“Sembra essere un tipo di narcisismo più sano”, ha detto Nash. “Hanno prestazioni migliori, hanno una salute migliore e un senso di fiducia più stabile.”

Ma questo significa che i social media ci stanno trasformando tutti in narcisisti?

“Non posso dirlo con certezza, ma scommetterei che i social media potrebbero aumentare i livelli di narcisismo”, ha detto Nash, aggiungendo che altri studi hanno mostrato un aumento generazionale nel tratto.

E diciamocelo, ha aggiunto, postare un selfie è sempre un po ‘ narcisistico.

” Non che la persona media sia sempre narcisista, ma occasionalmente così. Non c’è altro modo per spiegarlo. Questo studio indica perché alcune persone sembrano essere più attratte dai social media rispetto ad altri, e perché esiste una correlazione tra narcisismo e quanto spesso pubblichi.

“E spiega Trump e il suo costante tweeting.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.