Lord Shang

Lord Shang (morto 338 AC)

ShangYang (Gongsun Yang) è uno degli stati più controversi e influentidal periodo antico. L’ortodossia confuciana lo presenta come estremamente brutalee figura centrale nel pantheon dei pensatori legalisti (che in generale, loroportano in termini estremamente negativi). Liberali e anti-confuciani lo ritraggono come un difensore di principio dello stato di diritto e un baluardo contro l’autoritarismo.

Studiosi dubitano che la raccolta di scritti che portano il suo nome contenga uno qualsiasi dei suoi scritti, ma come altri pensatori in Cina, probabilmente è una conseguenza della sua influenza. La sua influenza filosofica deriva principalmente dal credito Hanfeizihim con la teoria di ding fa(che fissa gli standard) e yi min (che tratta le persone come uno). Gran parte della controversia riguarda il contenuto diqueste nozioni e, di conseguenza, il significato morale di Shang Yang.

ShangYang era un discendente remoto di una famiglia un tempo potente nel primo periodo Zhou in Cina. Le storie ortodosse registrano che da giovane ha studiato legge. Lavorò per un ministro nel Regno di Wei (forse come tutore reale). Poi hewent al Qin dove le sue strategie di modernizzazione hanno avviato la crescita di Qinpower che alla fine ha reso possibile la sua unificazione della Cina in 221 BC. Il Qinformed la dinastia storica da cui la Cina prende il nome occidentale.

Possiamo riassumere l’ampia strategia politica di Shang Yang come strutture sostitutive per le famiglie organiche e le tradizioni amorfe che caratterizzano il feudalesimo confuciano. In primo luogo, ha scambiato la divisione feudale con un sistema di governatori scelti centralmente, quindi ha deciso di standardizzare l’amministrazione locale. Questo è stato il primo passo verso un sistema unificato che combinava le località in contee, le contee in prefetture, tutte supervisionate dall’amministrazione centrale.

Ha adottato una serie di misure per ridurre il potere delle famiglie dominanti (ad esempio, mediante l’eliminazione della primogenitura). Il risultato finale fu la prima area in cui la famiglia nucleare era più dominante della famiglia allargata confuciana. Egli sostenne che il rango e i privilegi nobili dovevano essere attribuiti solo a coloro che beneficiavano misurabilmente dello stato. Ha particolarmente favorito il merito militare e ha iniziato a sostituireclan e strutture familiari estese con “gruppi di cinque e decine” in stile militare.”I gruppi hanno ereditato il ruolo politico della famiglia eresponsabilità per il controllo reciproco del comportamento e della suscettibilità alle punizioni di gruppo.

Allo stesso tempo, ha promulgato misure per stimolare la crescita economica e l’immigrazione. Questi includevano restrizioni sulle occupazioni che favorivano l’agricoltura ecarriere militari. Sono state prese misure per premiare gli agricoltori che hanno coltivatowasteland. Ha aperto riserve di selvaggina e pesca per lo sviluppo agricolo. Qui ha portato manodopera da altri stati. L’intera struttura sociale-politica mirataa ricchezza economica, grande popolazione e, di conseguenza, potere statale.

Queste mosse organizzative potrebbero essere state importanti per la sua eredità come qualsiasi delle nuove teorie giuridiche di Shang Yang. Le famiglie potenti erano probabilmente ancheresponsabile della sua morte crudele quando cadde in disgrazia – fu legato ai coriacei e fatto a pezzi.

Hanfeizi, come notato, ha accreditato Shang Yang con la dottrina di dingfa (che fissa gli standard). Questa filosofia di organizzazione sociale ha unito l’existingpractice dei codici penali formali con l’idea Mohist degli standard operativi di ormeasurement-like di interpretazione per comportamento guidante. Mohists andthe scrittori del Goanzi paragonato fastandards a thecraft-linked strumenti come la bussola, piazza, e filo a piombo. Il principio era che la gente comune, usando “i loro occhi e le loro orecchie” poteva ottenere una guida affidabile. L’idea di Shang Yang era che i codici penali dovrebbero essereformati per avere quel tipo di obiettività, chiarezza e accessibilità.

ShangYang non ha inventato o avviato codici legali stessi. Le prove storiche mostrano che le leggi in varie forme erano esistite ben entro il periodo primaverile e autunnale (secondo alcune fonti già nel 513 AC). Gli studiosi pensano che il moveto meccanismi più formali di regola lontano da convenzioni feudali iniziato con thebeginning del declino Zhou. Dengxi è stato registrato come aver composto un codice bamboopenal, e si è impegnato in contenzioso (come Confucio stesso è segnalato tohave fatto). Shang Yang, come abbiamo visto, ha studiato legge da giovane.

Onescholar spiega abbastanza chiaramente il punto della nuova istituzione. “Quando le punizioni vennero regolarizzate negli statuti, le ricompense e le punizioni inflitte alla gente comune non dipendevano più totalmente dai capricci degli aristocrati. Ora sono stati forniti con un punto di riferimento sulla base diche potevano sfidare il loro trattamento. Il codice penale di bambù di Dengxi sembra essere servito come strumento per istruire le persone su come fare tali sfide. . . . Questo è stato il punto cruciale dei grandi cambiamenti di quell’età.”(Ch’ien Mu, 1936:17)

Quellol’idea dei codici penali era ben consolidata agli albori del filosoficoera è ulteriormente confermata dai famosi argomenti di Confucio contro lo stato di dirittoe la punizione.

” Se guidi con le istituzioni di punizione, la gente farà ciò che è giusto, buthey non svilupperà la vergogna. Se li guidi con codici convenzionali ofbehavior e li ordini con virtuosismo, avranno un senso di vergogna andrule se stessi.”(Dialoghi 2:3)

Chiamiamo questo argomento l’obiezione psicologica di Confucio ai codici penali. Si basa sul presupposto che le istituzioni di diritto e di punizione”eserciteranno” la tendenza umana all’interesse personale più della tendenza umana naturale alla conformità sociale. E ‘ un argomento che legalepunizione è, a lungo termine, una strategia controproducente per raggiungere socialorder. L’ordine sociale è più probabile che provenga da un’educazione morale che instillabuono carattere nelle persone.

Thereis un’altra linea di argomento confuciano contro lo stato di diritto, tuttavia. Questo possiamo chiamare l’obiezione interpretativa. Il suo nucleo è il sospetto di usare fissocodici di condotta per guidare il comportamento. I dialoghi di Confucio doesnot dare questa obiezione nella sua forma classica, ma lo fa registrare Confuciuscomplaining circa glib moralisti e, pur osservando che egli è stato “goodat” contenzioso, esprimendo un’antipatia per contenzioso. I confuciani (specialmente quelli che tendono all’analisi di Mencio) celebrano la loro liberazione dai vincoli di principio a favore di un’intuizione coltivata e finemente affinata per le complessità della situazione morale. Il punto è che l’usoqualsiasi codice per guidare il comportamento richiede l’interpretazione.

La fazione confuciana, per ragioni partigiane e teoriche, sosteneva un’interpretazione monopolistica. Hanno favorito il codice rituale tradizionale alle guide legali positive poiché potevano quindi insistere sul fatto che erano gli interpreti competenti.I primi testi rappresentano Confucio sostenendo che l’uso di codici legali, equallyaccessible a tutti, si tradurrà nella perdita del timore reverenziale della gente di quelli di rango nobile. La gente comune sarà in grado di conoscere il codice e quindi non saràsoggetto al giudizio di persone di rango. “Non appena le persone conosceranno i motivi su cui condurre la disputa, rigetteranno il rituale e si attaccheranno alla parola scritta.”

La proposta di ShangYang si rivolge alla questione interpretativa. Vuole standard di comportamentoche sono accessibili, incontrovertibili e relativamente oggettivi. Egli simpatizza con il punto di vista del popolo e, in un linguaggio che ricorda l’argomento psicologico di Confucio, argomenta contro la preferenza confuciana per le intuizioni morali coltivate. “La moltitudine di persone tutti sanno che cosa evitare e che cosa lottare per; eviteranno calamità e lottare per la felicità, e così governano se stessi.”(Hsiao 1979: 399) Questo setuna condizione pubblicitaria per guidare il discorso nell’interesse del popolo. Questa linea di argomentazione liberale distingue Shang Yang dai pensatori legalisti come Hanfeizi che sosteneva solo il punto di vista del sovrano.

La caratteristica importante delle riforme di Shang Yang era la loro enfasi su una guida standardizzata,prevedibile e affidabile. La sua regola di promozione militare era famosaesempio. Han Feizi cita il regolamento che lega il grado e gli aumenti salariali in particolare al numero di teste nemiche tagliate in battaglia.(Hanfeizi43: 17 / 6b / 9-11) Due punti su questo caso spesso citato meritano enfasi.Innanzitutto, ha un’oggettività simile alla misurazione: un grado per testa. In secondo luogo,mostra che la ricerca di obiettività simile alla misurazione si applica a premi, promozioni e salari tanto quanto alla punizione. La cosa importante è cambiaretutto il codice di guida in modo che non si basino su una valutazione intuitiva e morale. La punizione e la ricompensa non dovrebbero essere legate al motivo o al carattere, ma a prestazioni oggettivemisurabili. Non dovrebbe richiedere una moralintuition coltivata (confuciana) per applicarla.

ShangYang istituì inoltre un elaborato sistema per diffondere la conoscenza della legge. Heputs l’argomento liberale contro l’autorità confuciana anche se senza theconcept dei diritti individuali. “I funzionari governativi e le persone che non sanno cosa prevedono le norme indirizzeranno tutte le loro richieste a questi funzionari delle norme, e in tutti questi casi comunicheranno chiaramente le norme e i mandati su cui desiderano informarsi. Poiché i funzionari sanno bene che le persone hanno conoscenza degli ordini faand,. . .non osano trattare le persone in contrasto con la fa. ..”

La linea argomentativa di ShangYang si rivolge ai funzionari, non al popolo. Come le sue altre forme, l’uso di leggi esplicite e standard pubblici e oggettivi è finalizzato a rompere il potere delle autorità tradizionali sul popolo. La standardizzazionepacifica le persone dando loro i mezzi per evitare la coercizione ufficiale. Nelle mani di Hanfeizi, questa giustificazione si sposta sottilmente in modo che il punto sia reso solidamente dal punto di vista del sovrano. La sua versione della tecnica di Shang Yang limita la portata dell’autorità imprevedibile dei funzionari sul popolo. Se theyhave per rispettare misura-come standard nel punire e gratificante, theycannot arbitrariamente premiare la lealtà e punire i nemici. La punizione e la ricompensa obiettive di standardsgoverning limitano la portata di azione di funzionari andinhibits la loro capacità di costruire basi di potere di base.

Allo stesso tempo, ovviamente, Shang Yang era pronto ad eseguire le punizioni della legge (di solito abbastanza draconiane) ogni volta che c’era una violazione. I passaggi sparsi danno un certo senso di “appropriatezza” retributiva di certe punizioni. Per lo più, tuttavia, giustifica le punizioni per motivi utilitaristici.La punizione appropriata è tutto ciò che è necessario per inibire il targetedbehavior. La morte gioca spesso questo ruolo.

Le sue altre riforme avevano lo scopo di aumentare l’efficienza nella cattura dei violatori della legge. “Chi non avesse denunciato un colpevole sarebbe stato tagliato in due;chi avesse denunciato un colpevole avrebbe ricevuto la stessa ricompensa di chi avesse decapitato un nemico; chi avesse nascosto un colpevole avrebbe ricevuto la stessa punizione di chi si fosse arreso a un nemico.”

Altri aspetti della” giustizia retributiva ” emergono nel testo. Essi includono akind di ” uguaglianza davanti alla legge.”Questo sembra essere segnalato nell’altra idea di base secondo Hanfeizi-yimin o trattare le persone come una. La legge non dovrebbe essere regolata per rango, anche meritato rango da priorreward e prestazioni. Gli alti funzionari sono soggetti alle stesse punizioni comecomuni. Il sovrano stesso dovrebbe essere guidato da fa sebbene emetta editti, comandi e ordinanze che sono interpretati e implementati da loro. Alcuni passaggi suggeriscono che la fa stessa non può essere cambiata da chiunque.

Le giustificazioni di questa lieve forma di applicazione della legge ai governanti sono più drammatiche di quanto sarebbe una tipica controparte occidentale. La coerenza del governante nel conformare le proprie scelte e il proprio comportamento alla fa lo rende meno soggetto alla manipolazione, all’adulazione, ecc. dai funzionari. Invece di mirare ai suoi capricci, pregiudizi e preferenze, i funzionari devono concentrarsi sugli objectivestandards di beneficio allo stato e alla società per il loro avanzamento e ricompensa.

I meccanismi per evitare di ombreggiare l’amministrazione della legge per favorire l’interpretazione vantaggiosamolto limitata. Il risultato è stato negativo che meglio spiega l’eventuale reazione popolare contro il sistema legalista. Come nell’Ovest, l’ignoranza della legge non era una scusa. Gli standard erano progettati per essere il più possibile semplici e prevedibili, ma i pensatori cinesi non avevano alcun ricorso al concetto di facoltà della ragione. La prevedibilità non poteva dipendere da un razionaleapplicazione di un concetto di giustizia. Doveva trattarsi di un’applicazione rigida delle norme di misurazione rispetto agli effetti reali dell’azione. L’intenzione, le circostanze eccezionali e i conflitti di regole situazionali hanno prodotto risultati giuridici inaccettabili. I teorici contestualmente avevano solo la disprezzata teoria confuciana dell’intuizione morale coltivata per andare avanti. Data la loro opposizione teorica a tale invito alla “regola dell’uomo”, probabilmente hanno ritenuto di non avere alternative all’applicazione rigida degli standard di misura. Questo modo di intendere le alternative lasciò la cultura con una scelta di Hobsen e condannò definitivamente il nascente “stato di diritto”.”

Bibliografia

Chang, Leo S. e Wang Hsiao-po (1986). Teoria politica di Han Fei (Monografie dila Società per la filosofia asiatica e comparata n. 7. Honolulu: Università delle Hawaii Stampa.

Creel, Hurlee G. (1970). Le origini di Statescraft in Cina. Chicago: Università di Chicago Press.

Duyvendak, J. J. L. (1928). Il Libro del Signore Shang. Londra: Arthur Probsthain.

Fung, Yu-lan (1952). Storia della filosofia cinese. Princeton: PrincetonUniversity Press.

Hansen, Ciad (1993). “Cambiamento significato e Fa / Norme: Leggi.”PhilosophyEast and West 44, no. 3: 435-88.

Hsiao, Kung chuan (1979). A History of Chinese Political Thought, Volume I: Dagli inizi alle sei dinastie. Princeton: Princeton University Press.

Liang,Qichao (1930). Storia del pensiero politico cinese. Londra: Kegan PaulTrench Trubner & Co..

Glossario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.