Elettronica a stato solido

La ricerca sull’elettronica a stato solido si occupa dello studio e dello sviluppo di materiali e dispositivi su scala nanometrica del 21 ° secolo per soddisfare la continua domanda di elettronica ad altissime prestazioni ed estremamente miniaturizzata. L’attuale tendenza nell’elettronica a stato solido è quella di introdurre gradualmente materiali non tradizionali e di sfruttare gli effetti quantistici per migliorare le prestazioni del dispositivo. Il nostro lavoro presso l’Università di Alberta risuona con questa filosofia di base e spazia dallo studio fondamentale dei fenomeni di trasporto e ottici in dispositivi ultra-piccoli allo sviluppo di nuovi transistor, memorie e celle solari. I nostri programmi di ricerca hanno stretti legami con la U di impianto di nanofabbricazione di A e on-campus Istituto Nazionale per le nanotecnologie, che vantano state-of-the-art nanofabbricazione e caratterizzazione strutture e risorse computazionali.

Ricerca in corso:

  • ampia bandgap, stretta bandgap, e i materiali amorfi per ottica ultra-digitali a basso consumo energetico, ultra-alta frequenza THz, e ad alta efficienza elettronica
  • a base di carbonio transistor (nanotubi di carbonio e grafene) e III-V transistor utilizzando il non-equilibrio la funzione di Green (NEGF) approccio e di trasporto di Boltzmann equation (BTE)
  • spin dell’elettrone e del campo magnetico con effetti in nanofili
  • ad alta densità, spin-based su scala nanometrica di memoria, circuiti di
  • carica fondamentale-trasporto e fenomeni su scala nanometrica (caratterizzazione e modellazione di carica trasporto in strutture di semiconduttori unidimensionali; eccitoni; digicoupon di trasferimento di carica a semiconduttore colorante, semiconduttore quantico-dot e interfacce dye-quantum-dot)
  • semiconduttori nanostrutturati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.