Dovrebbero dichiarazioni / Vita allenata

Facebooktwitterpinterestlinkedin

Dovrebbe dichiarazioni-01

Questo è il mio ottavo post nella serie Distorsioni cognitive. “Distorsioni cognitive” è un altro nome per le credenze che ci trattengono e ci impediscono di vivere le nostre vite migliori. La realtà chiave di questa serie è che i nostri pensieri hanno effetti profondi sulle nostre percezioni della realtà. Per migliorare la nostra vita, dobbiamo prima diventare consapevoli dei nostri pensieri falsi o negativi e sostituirli con quelli positivi.

Le dichiarazioni dovrebbero e non dovrebbero essere quando ci diciamo che le cose dovrebbero essere il modo in cui ci aspettiamo o che le cose non dovrebbero essere il modo in cui sono. Dovremmo o non dovremmo noi stessi costantemente, ma raramente consideriamo il danno che può causare. Questi dovrebbero dichiarazioni su noi stessi di solito portano a senso di colpa o frustrazione, mentre dovrebbero dichiarazioni sugli altri spesso portano a rabbia e frustrazione. Allora, perche ‘ lo facciamo?

Potremmo cercare di motivarci a fare qualcosa dicendo: “Dovrei fare questo o quello”, o “Non dovrei fare questo o quello.”Se ci pensi, questo in realtà dà via il tuo potere. Sei in grado di fare scelte e decisioni indipendentemente da ciò che dovresti o non dovresti fare. (Inoltre, chi decide cosa dovresti o non dovresti fare comunque?) Il problema con questo è che spesso otteniamo il risultato opposto. Invece di motivazione otteniamo procrastinazione.

Vi racconterò un po ‘ di una storia imbarazzante. Ho dovuto-ing me stesso per oltre due settimane sulla scrittura di questo post sul blog. Non posso dirti quante volte ho pensato: “Dovrei davvero scrivere un post sul blog. Avrei dovuto scrivere diversi post sul blog prima della mia vacanza in Inghilterra e poi non sarei in questa posizione.”Il mio meraviglioso assistente, Austin, è stato gentile, ma ha un lavoro duro. Deve ricordarmi di inviare un post secondo il programma che abbiamo fatto. Anche allora, a volte non lo faccio, come questa settimana scorsa quando ero via. In questo caso, i miei shoulds non solo non sono riusciti a motivarmi a scrivere il post, hanno causato evitamento in modo che non avrei dovuto sentire il senso di colpa. Ho procrastinato!

Se hai un po ‘ di spirito ribelle, dovresti-ing te stesso può richiamare quella ribellione e quindi non lo farai solo a causa del dovrebbe-ing. Quanto e ‘ assurdo? Ti stai solo ribellando contro te stesso! La morale di questa storia è che, anche se lo facciamo tutti, dovremmo semplicemente non funzionare. Crea una serie di problemi. Si sarebbe meglio solo decidere di fare il compito o no. In entrambi i casi, è una tua scelta. Sarei stato meglio (e Austin sarebbe stato riconoscente) se avessi appena detto: “Non ho intenzione di scrivere un post sul blog mentre sono via.”Vedi quanto è stato facile? È davvero così semplice.

Parliamo per un minuto di shoulds che sono diretti verso gli altri. Da quando ci siamo trasferiti nella mia casa che abbiamo costruito poco più di un anno fa ci sono stati molti shoulds diretti verso il nostro costruttore e i suoi subappaltatori. I pittori avrebbero dovuto fare un lavoro migliore. La gente del pavimento avrebbe dovuto usare un altro sigillante. Le persone che hanno murato la nostra casa avrebbero dovuto stare più attente con la malta. I falegnami avrebbero dovuto essere più attenti quando macchiavano i nostri armadi. La gente di granito well beh, non abbiamo davvero trovato alcun problema con il loro lavoro! Hai capito.

Analizziamo questo per un minuto. Pensi che tutto questo dovrebbe farmi sentire meglio? No! Neanche un po’. Ha ottenuto qualcosa riparato o sostituito? No di nuovo, non una sola cosa. Quello che ha fatto è farmi amareggiare. Ho permesso—hai sentito? Lo ripeto.- Mi sono permesso di diventare amaro e avere la mia gioia nella mia nuova casa rubata. Nel caso te lo fossi perso, te lo ripetero’. Ho permesso che la mia gioia venisse rubata. Mi sono permesso di diventare amaro. Il mio costruttore non ha fatto quelle cose; l’ho fatto! Questo è il problema con il dovere di altre persone. Non realizza nulla di positivo. Ci rende semplicemente infelici con le nostre circostanze!

Quindi, poiché questo è qualcosa in cui tutti ci impegniamo abbastanza spesso, saremmo ben consigliati di elaborare una strategia per fermare questo auto – parlare improduttivo.

Mentre si sta sviluppando la vostra strategia personale, si potrebbe desiderare di prendere alcuni di questi passi e porsi alcune di queste domande:

  • Cerca di prenderti quando dici che dovrebbe o non dovrebbe.
  • Chiedi”, dice chi?”(come in chi sta impostando lo standard di ciò che dovrebbe o non dovrebbe accadere)
  • Chiedi, ” È vero? C’è qualcosa che è più vero?”
  • Chiediti se ti senti meglio o peggio se dovresti essere tu o gli altri.
  • Cosa succederebbe se non lo facessi? E se lasci che le cose siano come sono senza shoulds o shoudn’ts?
  • Reframe. Invece di dire: “Dovrei scrivere quel post sul blog per la prossima settimana”, dì ” Mi prenderò una pausa questa settimana perché sono in vacanza.”Prendi nota di quale di queste affermazioni ti fa sentire in controllo.
  • Abbi un po ‘ di compassione! Abbiamo bisogno di più compassione nelle nostre vite. Concediti un po ‘ di compassione per non aver fatto quello che avresti dovuto fare. Permetti a te stesso di provare compassione per gli altri quando non sono all’altezza di ciò che avrebbero dovuto fare. Il più delle volte i nostri shoulds non sono legati a qualcosa di pericoloso per la vita! Mettilo in prospettiva.
  • Tieni traccia di quando fai le cose sopra e chiediti come è cambiata la tua visione della vita. Aiuta a vedere che quello che stiamo facendo sta funzionando.

Se vuoi un po ‘ di compagnia nel tuo viaggio, chiedi a un amico o chiamami. Aiuto le persone a cambiare i loro pensieri e, quindi, la loro vita ogni giorno! Mi piacerebbe aiutarti.

 Facebooktwitterpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.